In Balìa di Zola e dei suoi vini

L’omofonia non è una malattia che colpisce l’omo nel suo apparato uditivo, ma indica parole identiche dal significato differente. Per capirci meglio, ecco un esempio di omofonia: se uno studente di letteratura si dovesse imbattere nelle parole “Balia di Zola” penserebbe certamente di trovarsi di fronte ad un soggetto divenuto vittima delle critiche del noto scrittore Emile Zola. Come direbbero un Accademico del Salon ed un giocatore del Chelsea, “eccoci in “Balìa di Zola”. Ma se dovesse capitare ad un appassionato di vini romagnoli il pensiero correrebbe, anzi saetterebbe, in direzione Modigliana verso la cantina “Balia di Zola”.

Da dove viene il nome? Con il termine Balia si indicava, in passato, un territorio, sovente una proprietà agricola, amministrato da una figura chiamata Balitore. La Balia di Zola odierna è un piccolo gioiello che tra poco taglierà il ragguardevole traguardo dei tre lustri di anzianità di servizio, visto che venne acquistata da Claudio Fiore e da sua moglie Veruska Eluci, nel 2004.

Quindici ettari tra vigne, olivi e bosco in uno dei luoghi più suggestivi dell’appennino, sulla strada che da Modigliana porta a Brisighella. Claudio e Veruska, marinai per passione, e vignaioli di montagna per vocazione, a Balia di Zola producono quasi esclusivamente rossi da uve sangiovese. A questi si deve aggiungere una piccola produzione di albana, proveniente da una piccola vigna in affitto sul versante brisighellese.

Bevibilità, fragranza, eleganza, agilità: eccovi qualche aggettivo se siete in carenza di descrittori per il Balitore, sangiovese superiore ed il Re di Noce riserva, entrambi vini dalla estrazione tannica calibrata. Il Balitore 2017 profuma delicatamente di frutti rossi e scorre sul palato dispensando freschezza e sapidità, mentre il Redinoce 2015, a mio avviso un grandissimo vino, aggiunge al corredo di frutti rossi, anche profumi agrumati e speziati, rivelandosi all’assaggio un rosso più sostanzioso e complesso ma sempre di grande eleganza e profondità.

Romagna Sangiovese Superiore Balitore 2017 euro 11
Romagna Sangiovese Riserva Re di Noce 2015 euro 17

BALIA DI ZOLA - Via Casale, 11 - Modigliana


Giovanni Solaroli
Giornalista, degustatore ufficiale, docente AIS, per anni è stato il referente per la Romagna della Guida Ais nazionale Vitae. E' co-autore del primo e unico libro interamente dedicato all’Albana di Romagna.
giovannisolaroli@gmail.com

Copyright © Emilia-Romagna Vini