Vinitaly si farà a giugno?

TuttoFood e Cibus hanno già modificato le date. Il mondo del vino ora si chiede se sarà così anche per Vinitaly. Spostato al mese di giugno (20-23) sarà confermato in quei giorni? L’interrogativo è più che lecito alla luce dell’attuale situazione sanitaria che non consente di fare previsioni nel medio periodo, figurarsi nel lungo.

I tedeschi spostando ProWein, la maggiore fiera del vino, direttamente al 2022, dal 27 al 29 marzo, si sono mossi con l‘accetta, concentrando le energie su impegni a gittata più vicina: ProWine Shanghai dal 9 all’11 novembre 2021, ProWine Hong Kong, dal 18 al 21 maggio 2021, e ProWine Sao Paulo, dal 5 al 7 ottobre 2021.

Vinitaly per ora rimane confermato a giugno. La 54esima edizione si svolgerà in contemporanea a Enolitech e Sol&Agrifood, mentre OperaWine 10th year anniversary con Wine Spectator è prevista il 19 giugno. Discorso diverso per Cibus alle prese con un sondaggio con gli espositori per valutare lo spostamento alla terza settimana di giugno, oppure all’inizio di settembre come più probabilmente sarà. Già decisa la sorte di TuttoFood in programma il 22-26 ottobre alla Fiera di Milano.

Il risiko di date, oltre a evidenziare lo stato di incertezza generale, sottolinea la sofferenza di un settore fieristico impossibilitato nel fare una programmazione. Come evidenzia Maurizio Danese, presidente di Aefi (Associazione esposizioni e fiere italiane) il settore lo scorso anno ha perso qualcosa come l’80% del fatturato. Una catastrofe. Da qui la richiesta di sostegno al governo. “Da epicentro dell’emergenza economica nello scorso anno – dice Danese in una nota - la meeting industry vuole diventare simbolo della ripartenza del prodotto Italia nel 2021 non appena sarà consentito. Per questo è necessario poter accedere ai nuovi strumenti di sostegno allo studio per rafforzare e prolungare la cassa Covid. Un atto a nostro avviso dovuto non solo a tutela degli addetti e del know how del comparto, ma anche a beneficio del rilancio delle 200mila imprese made in Italy che partecipano alle nostre manifestazioni, che nel 75% dei casi rappresentano l’unica piattaforma di visibilità internazionale per il business delle Pmi italiane”.


Filippo Fabbri
Calciatore mancato, giornalista per passione. Una stella polare di riferimento, il motto del grande Gianni Brera: “Prima di scrivere un articolo bevi un bicchier di vino”. Perchè come diceva Baudelaire "bisogna diffidare degli astemi". Contatti: filfabbri@gmail.com
filfabbri@gmail.com

Copyright © Emilia-Romagna Vini - Iscritto al Registro Stampa presso il Tribunale di Forlì al n. 11/18