Emilia Romagna al Merano è solo Gold

E’ tempo di Merano Wine Festival (6-10 novembre). Di fatto il primo grande evento del vino in forma digitale, viste le defezioni “fisiche” del panorama generale e l’attuale situazione sanitaria. Di scena oltre 350 cantine da tutta Italia presenti in stand virtuali con informazioni e video sui produttori, con la possibilità di contatto diretto attraverso Telegram. Arricchiscono la cinque giorni convegni live, tasting, eventi di showcooking e mixology e varie tipologie di approfondimenti. La piattaforma è www.winehunterhub.com

L’Emilia Romagna è solo Gold
Nei giorni scorsi The WineHunter Helmuth Köcher, ha assegnato il massimo riconoscimento, The WineHunter Award Platinum, ai vincitori delle tre categorie: Wine, Old Vintages e Food Spirits Beer. Decisamente poche le soddisfazioni Platinum per la nostra regione a bocca asciutta nella categoria wine e Old Vintages. L’unico riconoscimento arriva nell’area Food Spirits con l’Aceto Balsamico Tradizionale Di Modena DOP Extravecchio di Mazzetti L’Originale (Cavezzo, Modena) e il salmone Upstream Gold Edition di Up Stream Italiana (Collecchio).

Meglio va nella categoria Gold con undici cantine premiate:
Chiarli (Castelvetro), Vigneto Cialdini, 2019
Tenuta La Riva Colli Bolognesi (Valsamoggia), Il Gherardo Colli Bolognesi Barbera, 2016
Paltrinieri (Bomporto), Leclisse Lambrusco Sorbara 2019
Umberto Cesari (Castel San Pietro), Resultum Rubicone 2013
Tenuta Biodinamica Mara (San Clemente), Maramia Rubicone 2018
Tenuta Neri Giovanni e Valeria (Cesena), Alma Rubicone Merlot 2016
Condè (Predappio), Chiara Condello Le Lucciole Romagna Sangiovese Riserva, 2017
Calonga (Forlì), Michelangiolo Chinato 2017
Poderi dal Nespoli (Cusercoli), Prugneto Romagna Superiore 2018
Tre Monti (Imola), Vitalba Romagna Albana 2019
San Valentino (Rimini), Luna nuova Rubicone Cabernet Franc Igt 2016

Merano versione digital
Il programma si sviluppa giornalmente con un benvenuto da parte di Helmuth Köcher al quale seguono tutta una serie di eventi: una sessione dedicata ai Cult Enologist (ore 11.00) con interventi di alcuni tra i più noti enologi italiani e poi Showcooking (ore 12.00) in cui gli chef presenti abbinano i loro piatti ad alcuni fra i vini premiati dalla guida The WineHunter Award, e ancora la sessione Champagne (14.30) in cui vengono presentate alcune famose case champagnistiche francesi e le loro famose bollicine, la Mixology (ore 18.00) in cui i bartender presenti compongono dei cocktail dedicati a Merano WineFestival e agli Spirits presenti nella guida The WineHunter Award e la sessione dedicata ai Tasting a cura dei produttori di Wine, Food Spirits Beer che presentano i loro prodotti premiati da The WineHunter Award. Tra gli spazi dedicati all’approfondimento, imperdibili i Virtual Tour (ore 13.00) tra le aziende premiate da The WineHunter e le sessioni dedicate ai Territorium (ore 14.00) per approfondire la cultura vitivinicola di alcune particolari regioni d’Italia e del mondo. Approfondimenti importanti anche nella sessione dedicata all’Innovation (ore 17.00 e 17.30), tema caro a The WineHunter Helmuth Köcher, che da sempre ricerca le ultime novità in tema di innovazione nel mondo del vino. Ogni giorno WineHunter Hub dedica ampio spazio a interventi rivolti all’innovazione e allo sviluppo delle aziende in ambito commerciale e scientifico con esperti del settore. In programma anche la presentazione da parte di Helmuth Köcher di “WineHunter Academy – Formazione verso il futuro” (martedì 10). All’interno della piattaforma anche l’area Partners con video, immagini e testi anche scaricabili.

Info: https://meranowinefestival.com/


Filippo Fabbri
Calciatore mancato, giornalista per passione. Una stella polare di riferimento, il motto del grande Gianni Brera: “Prima di scrivere un articolo bevi un bicchier di vino”. Perchè come diceva Baudelaire "bisogna diffidare degli astemi". Contatti: filfabbri@gmail.com
filfabbri@gmail.com

Copyright © Emilia-Romagna Vini - Iscritto al Registro Stampa presso il Tribunale di Forlì al n. 11/18